Skip to main content

"La Basulata Live in Basel"

31 marzo 2012 - BASILEA (SVIZZERA) - Teatro "Stadt-Casinò"

"La Basulata Live in Basel" (in collaborazione con il Museo Italiano di Basilea) 

Nell'ottica del proseguimento della propria attività di ricerca ed organizzazione di eventi speciali al di fuori dei canoni e dei "canali" folklorici tradizionali, il Gruppo d'Arte Folklorica LA BASULATA di Baia e Latina (Caserta), a fine marzo si recherà in Svizzera dove sarà impegnato in un breve tour che culminerà nel concerto live che si terrà sabato 31 marzo nella maestosa cornice dello splendido "Stadt-Casinò" di Basilea. L'evento, organizzato in collaborazione con la dirigenza del Museo Italiano della città, è dedicato alla salvaguardia delle tradizioni artistiche, sociali e culturali dei numerosissimi immigrati italiani residenti in Svizzera che, sulla base dei dati rinvenienti dalla prevendita dei biglietti sinora effettuata, hanno accolto con eccezionale entusiasmo la notizia ed accorreranno in massa da varie città della Confederazione Elvetica (in specie dalle città di Zurigo, Schöftland, Aargau, Zofingen, Berna, San Gallo), ma anche dalla vicina Germania, per assistere al concerto. Per il quale, a breve, verrà ufficialmente annunciato il "sold out" (tutto esaurito).

"A livello organizzativo è stato un lavoro difficile e snervante, anche perché si tratta di un evento strategico e di eccezionale importanza per tutti noi", dichiara Anna Rita Conte, Coordinatrice Eventi del Museo Italiano di Basilea, "ma credo ne sia valsa davvero la pena: anche perché, molto più semplicemente, avere la possibilità di ospitare e poter assistere dal vivo ad un concerto del Gruppo Folk proveniente direttamente dal mio paese d'origine, sarà una gioia ed una emozione tale che mi sarà pressoché impossibile riuscire a trattenere le lacrime. Ma sono altrettanto sicura che questo non varrà solo per me e tutti gli altri amici e colleghi del Museo Italiano che, in quanto organizzatori materiali dell'evento, sentiamo giocoforza la tensione ed il peso della responsabilità. Ma anche e soprattutto per tutte le centinaia di nostri concittadini residenti in Svizzera che hanno accolto con un entusiasmo incredibile la notizia ed avranno la possibilità di assistere ad un evento unico ed emozionante che difficilmente riusciranno a dimenticare..".